Addio a Fellini: 24 anni dalla sua scomparsa

Il 31 ottobre 1993 scomparve a Roma il grande Federico Fellini. Imperitura la sua fama e riconosciuto il suo genio in tutto il mondo.

 

31 ottobre 1993, 31 ottobre 2017. Sono passati ventiquattro dalla morte di Federico Fellini. Il più grande di tutti. Un regista da cinque premi Oscar, che con la sua arte ha cambiato l’Italia descrivendo la Dolce Vita di una generazione nel pieno del cambiamento. Il cinema dei salotti, delle strade, dell’esistenza raffinata e degli animi più sensibili. Il cinema magico di un uomo come pochi in un Paese che sa ancora come ricordarlo.

Nato a Rimini nel 1920, diciottenne inizia a lavorare come disegnatore di vignette alla “Domenica del Corriere”. Trasferitosi a Roma con la scusa di iscriversi a Giurisprudenza, inizia a frequentare il mondo dell’avanspettacolo e della radio. E in questo ambiente conosce Aldo Fabrizi, Erminio Macario e Marcello Marchesi, iniziando a scrivere copioni. Nel 1943 Federico incontra in radio Giulietta Masina e in quello stesso anno i due si sposano.
Il primo film Lo sceicco bianco è del 1952, l’ultimo, La Voce della Luna, del 1990, in mezzo cinque Oscar, di cui uno alla carriera, e titoli immortali come Otto e mezzo, La dolce vita, Amarcord.

 

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori