Aldo Arcangioli, CEO di Unicoenergia ci parla di energia sostenibile

“Ci occupiamo di efficienza energetica, le nostre attività principali sono servizi energetici che consentono ai nostri clienti di risparmiare sui consumi; nell’ottica dell’efficienza investiamo  anche sulla mobilità. Il motivo per cui stiamo in questo settore  è  perchè il mondo gira intorno all’energia e noi proponiamo   energie pulite, tema molto sentito in questi anni a causa dell’inquinamento, promuovendo appunto la mobilità sostenibile”. È questa la dichiarazione di Aldo Arcangioli, CEO di Unicoenergia. Grande esperienza nel campo della comunicazione, marketing e management così da ricoprire diversi ruoli chiave nelle aziende presso cui ha lavorato. La sua esperienza e professionalità ha avuto modo di accrescere sia in Italia che all’estero in particolar modo ad Abu Dhabi in qualità di consigliere diplomatico & commerciale di H.H Sheik Falah bin al Nayann membro della famiglia reale di Abu Dhabi che governa gli Emirati Arabi Uniti. Sarà questa un’azienda sempre più rivolta alle esigenze del cittadino, capace di dare soluzioni veloci e facili da apprendere con un utilizzo razionale, sia dal punto di vista  dell’energia e dei mezzi di trasporto ecologici sia  dal punto di vista economico.
Perché ha aderito in qualità di sponsor al Giro della Campania in Rosa? 

“Innanzitutto siamo felici di appoggiare eventi locali, campani, e poi perché il ciclismo sposa bene il concetto di mobilità “sana” perché è uno sport che unisce sia il benessere che il turismo sul nostro territorio. Sosteniamo un gruppo di atlete che cercano di migliorarsi con uno sport praticato con passione”.

Progetti futuri?

“La realizzazione di una rete infrastrutturale che sia a disposizione degli utilizzatori di auto elettriche per caricarle,  senza le infrastrutture sarà difficile sviluppare la mobilità;  in Campania siamo solo noi, precursori  in qualità di  azienda privata.  La carta vincente è anche il fatto di avvalersi di collaboratori giovani con cui ho un’ ottima sinergia.”
Se lei fosse un orologio, quale parte dell’ingranaggio sarebbe?

“La ricarica. Quello che mi da la mia famiglia in primis, la mia amata città e la mia esperienza”.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori