Aniello Misto e Jorge Prado: ed è subito world music

 “Dimmi s’è amore – Me dice que hay amor” feat. Jorge Pardo è, a distanza di un anno dal suo ultimo album “Parthenope”,  il nuovo singolo di Aniello Misto .  L’uscita del brano (scritto dallo stesso Aniello Misto in collaborazione con Gennaro Franco) e del videoclip (diretto da Maurizio Palumbo. Un brano profondo, coinvolgente, dal sapore mediterraneo, appartenente alla “world music”, genere musicale al quale l’artista partenopeo da tempo si dedica. Un brano che racconta e rappresenta al meglio lo spirito e lo stile musicale di Aniello Misto. Un testo che parla di umanità, di amore, di condivisione e dialogo tra i popoli, che esorta l’uomo all’incontro e all’accoglienza, per camminare insieme verso un futuro pieno di speranza. 

Un brano che evoca amore tra le persone un sentimento quanto mai necessario in questo momento, ma come è nato? 

Il brano è nato dopo aver conosciuto artisticamente e di persona il cantante peruviano Jorge Pardo, più precisamente in occasione del Premio (Fondazione) Andrea Parodi. Durante il viaggio di ritorno a casa inizia a scrivere i primi versi del brano, pensando ovviamente ad una collaborazione con Pardo. “Dimmi s’è amore” è un testo che parla di umanità, di amore, di condivisione e dialogo tra i popoli, che esorta l’uomo all’incontro e all’accoglienza, per camminare insieme verso un futuro pieno disperanza.

Ci sono passaggi molto personali, come in un libro autobiografico, non si sente un po’ nudo? 

Non mi sento nudo, perché amo condividere le mie emozioni, le mie passioni con chi mi segue. Ilvideo del brano rappresenta diversi elementi che appartengono alla mia vita. Quando canto “Tutt’e juorn’int’’a na fabbrica, rint’a‘na tazza‘e cafè”, nel videoclip viene ripreso un saldatore elettrico, lavoro che umilmente mio padre ha svolto per anni prima di morire. Ogni volta che guardo il video rivedo mio padre, i suoi occhi, la sua forza.  Ecco perché ho voluto dedicarlo a lui.  La collaborazione con Jorge pardo impreziosisce la canzone.

Come è nata questo rapporto tra di voi? 

Come ti dicevo prima, ho conosciuto Jorge nel 2018 in occasione del Premio (Fondazione) Andrea Parodi. L’ho ascoltato perla prima volta durante il soundcheck e da subito ho pensato di proporgli un progetto. Ci siamo conosciuti, ci siamo apprezzati entrambi musicalmente e da subito è nata una grande amicizia e collaborazione. È venuto a Napoli qualche tempo dopo, in occasione del Premio Elia Rosa, nello stesso periodo abbiamo girato anche il video del brano “Dimmi s’è amore (Me dice que hay amor). 

Possiamo definire la sua musica world-neapolitan? 

World-neapolitan, world-music è un genere da tempo mi dedico. Questo brano è uno di quelli che al meglio rappresenta il mio stile musicale.

 Un video molto curato accompagna il brano, chi lo ha realizzato? 

La regia del video porta la firma di Maurizio Palumbo (Sud Promotion srl), le riprese di Ezio Ventrella, il montaggio di Isabella Infascelli. 

Cosa è cambiato nel linguaggio musicale con l’avvento dei social? 

La musica è sempre in continua evoluzione, come anche il suo linguaggio. I social, se usati nel modo giusto, sono sicuramente un mezzo per comunicare con tutti quelli che apprezzano la tua musica. Mi reputo un musicista molto social, poiché trovo interessante condividere in tempo reale il mio lavoro, le mie idee, i miei progetti.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori