Animali fantastici 2: il giovane Silente e il suo amore per il malvagio Grindelwald

“Animali fantastici 2” nelle sale dal 15 novembre. Torna quindi la storia che porta la firma di J.K.Rowling e si riparte dal 1927 con la spettacolare fuga di Grindelwald.

Il mago potente e seduttivo trova nella più liberale Parigi la sede ideale per diffondere il suo messaggio: vuole riunire intorno a sé un esercito di maghi, promettendogli la libertà dai vincoli e dalle ingiustizie che gli impone la convivenza con il mondo babbano, ma in realtà il suo è un piano di conquista.

Nello scontro fra bene e male vengono coinvolte diverse tematiche: divisioni familiari, tragedie legate all’infanzia, sensi di colpa mai superati, amour fou, tensioni razziali, emarginazione, repressione violenta del dissenso, paura dell’altro, ricerca d’identità, desiderio di libertà, padri ideali e cattivi maestri.

Al centro della storia c’è il magizoologo Newt Scamander, interpretato da Eddie Redmayne, ma acquistano spessore anche le vicende di tutti gli altri personaggi, in particolare Johnny Depp, nei panni del ‘cattivo maestro’ e Jude Law, nel ruolo di un quarantenne Albus Silente. Centrale è infatti la storia d’amore che aveva legato nel passato i due e che tornerà come fantasma nel presente della storia, per raccontare un’altra versione di Albus, la sua storia e tutto ciò che lo ha reso come poi lo abbiamo conosciuto nella saga di Harry Potter.

Di Silente, la stessa Rowling ne aveva già accennato l’omosessualità con una scena piena di grazia legata al passato. Nel film va a Parigi per ritrovare l’obscurial Creedence Barebone, che Grindelwald vorrebbe al suo fianco. Una missione in cui lo accompagna l’amico babbano Jacob (Fogler), preoccupato per l’amata maga Queenie (Sudol), che si ritrova a dover scegliere fra bene e male. E anche Newt fa i conti con i propri sentimenti: dall’incontro con l’ex compagna di scuola Leta Lestrange (Kravitz) ora fidanzata del fratello Theseus Scamander (Turner) capo degli Auror britannici (membri del Ministero della Magia che combattono le Arti Oscure) alla volontà di ritrovare un dialogo con Tina (Waterston), sorella di Queenie, anche lei entrata negli Auror.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori