Attentato Nuova Zelanda, il killer aveva pianificato un terzo attentato

Brenton Terrant, l’autore della strage di venerdì 15 marzo nelle due moschee di Christchurch, in Nuova Zelanda, aveva pianificato un altro attacco.
Secondo le forze dell’ordine locali, il killer si stava dirigendo sul luogo del terzo attentato, già previsto, quando è stato arrestato. La polizia pensa di sapere quale fosse il terzo obiettivo del terrorista, ma Bush ha preferito non fornire ulteriori dettagli perché l’inchiesta è ancora in corso. Intanto, un uomo accusato di aver condiviso il video del massacro è stato incarcerato da un giudice in attesa della prossima udienza in tribunale in programma a metà aprile. Il 44enne dovrà rispondere di due capi d’accusa in seguito alla distribuzione del video dell’attentatore alla moschea di Al Noor e rischia 14 anni di carcere per ognuna delle accuse.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori