Barcellona: la Napoli di Spagna, non solo movida

 Sfatiamo subito un luogo comune: Barcellona non è una città da sola movida, da divertimento sfrenato a tutte le ore.

Quando si dorme all’aperto ci si sveglia sempre all’alba, e non c’è un caffè a Barcellona che si apra molto prima delle nove“, scriveva George Orwell. Non perché i barcellonesi tirano tardi e al mattino non hanno la forza di alzarsi, ma semplicemente perché se la prendono comoda. La movida è concentrata in poche zone della città, soprattutto nel Barrio Gotico. Quindi, se qualcuno vi aveva descritto una città che non dorme mai e vi aveva scoraggiato nell’acquisto di un biglietto aereo perchè eravate alla ricerca non solo di divertimento, non fatevi deviare! Barcellona ha tantissimo altro da offrire.

Ci sono molte cose da vedere e fare. Da non perdere le meraviglie di Gaudí e Picasso, Parc Guell, la Rambla e la Boqueria. 

La capitale della Catalogna è assolutamente una delle più belle città della Spagna. Ha belle spiagge, un’offerta artistica e culturale unica al mondo, e ottimo cibo! Per molti tratti ricorda la città di Napoli. Come i partenopei, i nostri vicini spagnoli sanno come godersi la vita, e ogni momento dell’anno è quindi buono per visitare una delle loro perle più belle. Qualunque siano le vostre passioni, la magica Barcellona le soddisferà una per una!

Quando andare per un week-end a Barcellona? Magari in occasione del Primavera Sound, del Sónar o di un altro festival musicale. Da prendere in considerazione anche una capatina per assistere ad una partita di calcio del fantastico FC Barcelona, dove potrete ammirare Messi e soci nella Liga o in Champions League.

Insomma, se avete in mente una fuga all’insegna del divertimento, dell’arte, dello sport o della buona cucina (annaffiata da litri di cerveza), d’estate o d’inverno che sia, Barcellona è la città che fa per voi!

Vi lasciamo una photogallery delle attrazioni da non perdere

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori