Berlusconi, la Corte Europea non si esprime e chiude il caso senza sentenza

Non sapremo mai se aver costretto Berlusconi a lasciare il Senato nel 2013 abbia leso i suoi diritti. Infatti la richiesta di Silvio Berlusconi,  inviata lo scorso 27 luglio, alla Corte Europea , di non emettere una sentenza sul suo ricorso contro la legge Severino, è stata accettata.

Nella lettera – si legge nella decisione della Grande Camera – Berlusconi affermava che data la sua riabilitazione, decisa dal tribunale di Milano, una sentenza della Corte di Strasburgo sul suo ricorso non avrebbe avuto alcun risultato utile dato che il divieto a presentarsi come candidato era terminato e che non poteva esserci alcun modo per rimediare alla decadenza del suo mandato di senatore e all’incandidabilità.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori