“Buon inizio”: cento artisti in Piazza del Plebiscito

“Buon inizio”: a Napoli il Capodanno è in piazza del Plebiscito dalle 20.30 in diretta radiotelevisiva su Rtl 102,5. Animatori d’eccezione della serata cento artisti tutti “Made in Naples”. 

“E non è che l’inizio” è il titolo della canzone spot che i Terroni Uniti con Capitan Capitone hanno preparato per festeggiare la notte di Capodanno; cento artisti si sono riuniti per dare vita ad una spettacolare festa nella piazza simbolo di Napoli, quella del Plebiscito; il concerto interamente “made in Naples”  vedrà sul palco tre o quattro generazioni di artisti campani esibirsi in un repertorio preparato per fare ballare e divertire.

L’idea è nata da Ciccio Merolla e Massimo Jovine che hanno dato vita al collettivo “Terroni Uniti”: “la nostra idea – dice Massimo Jovine – è nata quando a Napoli è venuto Salvini e  abbiamo pensato che anche noi artisti dovevamo dire la nostra; da quel momento abbiamo composto diverse canzoni per esprimere con la musica, le parole, la nostra idea. Sono felice che divideranno il palco con noi artisti di diverse età, che spesso non hanno neanche realizzato album e che non trovano spazi per esibirsi perché uniti siamo una forza. A chi rimprovera il Comune di Napoli di avere fatto una scelta sbagliata, un Capodanno al ribasso, dico che è giusto e doveroso fare questo concerto che premia il lavoro di noi “terroni”. I terroni non sono solo i napoletani ma tutti quelli che lavorano e amano la terra dove vivono. Con noi ci sarà anche il collettivo “Capitan Capitone” nello spirito di fratellanza musicale che accomuna tutti i generi e tutti noi musicisti uniti nel progetto”.

“Il mio – dice Daniele Sepe di Capitan Capitone – è  un punto di vista privilegiato perché girando molto per fare concerti posso fare un confronto costante con il resto del mondo; l’uso del dialetto ci comporta vantaggi dal punto di vista musicale ma anche svantaggi per esportarla. Fare questo concerto per noi vuol dire rendere la piazza di tutti quindi metteremo da parte il nostro repertorio per fare brani adatti a tutti”.

“Fare questo concerto per noi –  afferma Ciccio Merolla –  è un sogno; l’atmosfera che stiamo vivendo durante le prove è una cosa fantastica. Insieme si crea un sound unico che vivrà di sicuro anche il pubblico”.

“Come assessore alla cultura di questa città- conclude Nino Daniele assessore alla cultura del Comune di Napoli -sono felice di avere fatto una scelta così; la forza migliore della città in piazza per la gente. Il nostro Natale è il più bello d’Europa e si compone di tante iniziative che riflettono lo spirito laborioso ed artistico della nostra città”.

I terroni uniti sono: Massimo Jovine, Ciccio Merolla, ‘O Zulù, Valentina Stella, Valerio Jovine, Maurizio Capone, Mbarka Ben Taleb, Brunella Selo, Speaker Cenzou, Carmine D’Aniello (‘O Rom), Peppoh, Oyoshe, Alan Wurzburger, Aldolà Chivalà, Assia Fiorillo, Carlo De Rosa, Dope One, Alessandro Aspide, Fabiana Martone, Joe Petrosino, Tueff, Maurizio Affuso, Antonio Esposito, Oluwong, Carmine Guarracino, Giuseppe Spinelli, Gianpaolo Ferrigno

Capitan Capitone sono: Daniele Sepe, Roberto Colella, Andrea Tartaglia, Shaone, Mario Insegna, Sara “Spritz” Squeglia, Marcello Coleman, Enzo Savastano, Robertinho Bastos, Alessandro Morlando, Tonny De Paola, Davide Afzal, Pasquale De Paola

con loro sul placo ci saranno: Sal Da Vinci, Gianni Simioli, Andrea Sannino, Luchè, I Desideri, Assurd Elisabetta Serio, Rosanna Iannaccone, Andrea Rossi, Pizzaioli Unesco Band, Massimo Alberti

Teo Teocoli sarà in collegamento da Milano  mentre  Pio & Amedeo da Foggia.

La festa a Napaoli non finisce: il primo gennaio alle ore 19.30 al teatro Mediterraneo si terrà il ventitreesimo concerto di Capodanno della Nuove orchestra Scarlatti dal titolo “Napoli, Vienna, Parigi”: da Rossini a Offenbac, da canzoni del grande repertorio napoletano in versione sinfonica all’immancabile Strauss, con alcuni dei suoi Valzer e delle sue Polke più amate e poi Suppè con la “Cavalleria leggera” e altro ancora. Un programma perfetto per festeggiare l’inizio di un nuovo anno.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori