Coronavirus, l’Ue: “Prepararsi a una seconda ondata”

La Commissione europea ha annunciato una possibile nuova ondata di casi da coronavirus e presenta una serie di misure da adottare.

Si tratta di incrementare i test, tracciare i contatti, migliorare la sorveglianza e l’accesso ai servizi medici. La Commissione ha dato inoltre l’ok all’interoperabilità delle app per il tracciamento oltre i confini nazionali. Viene inoltre sottolineata la necessità di affrontare i nuovi focolai in modo efficiente. Stella Kyriakides, commissaria europea per la salute afferma: «Il virus è ancora in circolazione. Vigilanza, preparazione e coordinamento sono indispensabili per prevenire focolai generalizzati. Oggi chiediamo un’azione forte e solidale per proteggere i nostri cittadini e sostenere gli Stati membri nel farlo. E’ nostra responsabilità assicurarci che siamo completamente preparati. Ora non è il momento di abbassare la guardia»

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori