Crisi Mosca-Kiev, lʼUcraina vieta l’ingresso nel paesi agli uomini russi

Kiev ha vietato a tutti gli uomini russi tra i 16 e i 60 anni l’ingresso nel Paese, per impedire ai russi di formare distaccamenti di “eserciti privati” che rispondano alle forze armate di Mosca. La Russia al momento afferma: “Pericolo guerra civile in Ucraina”.

Resta alta la tensione tra Mosca e Kiev.

L’Ucraina ha vietato l’ingresso nel Paese a tutti gli uomini russi tra i 16 e i 60 anni. Lo ha reso noto su Twitter il presidente ucraino Petro Poroshenko, aggiungendo che le restrizioni sono state decise per impedire ai russi di formare distaccamenti di “eserciti privati” che rispondano alle forze armate di Mosca.

“L’Ucraina potrebbe sprofondare nella guerra civile”. Lo ha detto il portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova esprimendo preoccupazione per l’introduzione della legge marziale. “Alle forze dell’ordine ucraine sono stati concessi poteri straordinari, incluso l’uso della forza senza l’autorizzazione dei tribunali o dei pm, e questo pone seri rischi”, ha detto Zakharova, citata dall’agenzia Tass.

Intanto il presidente americano Donald Trump ha scritto su Twitter di aver cancellato l’incontro con i leader del Cremlino Vladimir Putin a causa della crisi in Ucraina.  “Visto che le navi e i marinai ucraini non sono stati riconsegnati dalla Russia ho deciso che la cosa migliore per tutti e’ cancellare l’incontro in Argentina precedentemente programmato con il presidente Vladimir Putin”, auspicando che l’atteso summit si possa svolgere appena risolta la questione ucraina.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori