Dalla Corea del Nord minacce agli Usa: “Affondiamo la portaerei e vi cancelliamo”

Stavolta si rischia veramente di andare troppo oltre. Non fosse altro che anche la pulce, o la mosca, a furia di ronzare intorno all’elefante potrebbe anche disturbarlo troppo. Finire schiacciati ne sarebbe una diretta conseguenza ed il regime di Pyongyang forse non se ne rende conto. Si sopravvaluta, un po’ come successe a Mussolini ed alle storie che riguardano la “potenza italiana” prima della seconda Guerra Mondiale che sanno di tragicomico.

Tanto per dirla alla leggera stavolta la Corea del Nord c’è andata “indirettamente” pesante, ma è un macigno quello scagliato dal regime. Stavolta a spararla grossa è stato il quotidiano del Partito dei Lavoratori che ha minacciato direttamente gli Usa: “La Corea del Nord è pronta a cancellare gli Stati Uniti dalla faccia della terra – si legge -. Washington vorrebbe infliggere alla nazione coreana un disastro senza precedenti. Appoggiando la Corea del Sud nel portare avanti il Piano Giove che prevede una guerra biochimica con il nord”. Non a caso l’articolo si intitola “Piano di guerra biochimica contro la nazione coreana sotto attacco”, un vero e proprio articolo di guerra.

La tensione internazionale aumenta: la Carl Vinson (portaerei nucleare statunitense) è ancora a largo della penisola coreana insieme agli incrociatori della flotta americana. Anche per quanto riguarda questo aspetto, sicuramente non trascurabile, il quotidiano di regime non ci va giù leggero: “Le nostre forze rivoluzionarie sono pronte ad affondare la la portaerei Usa a propulsione nucleare con un solo colpo”. Lo scenario, a questo punto, è abbastanza chiaro ma qualsiasi previsione sembra azzardata.

Share This:

Daniele Naddei

Giornalista iscritto all'ordine dei Giornalisti Pubblicisti della Campania da maggio 2014. Caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori