Venerdì 10 settembre, presso l’Agriturismo “La Vigna” di Pollena Trocchia (NA), si è conclusa, con grande riscontro di pubblico, la prima edizione del Vesuvian Poetry Slam. Alla splendida cornice naturale creata alle falde del Monte Somma, tredici poeti hanno partecipato, con le loro emozioni in poesia, al concorso voluto e condotto dall’artista Melania Mollo, dall’attore e scrittore Pasquale Rea e dal poeta Giuseppe Vetromile del Circolo Letterario Anastasiano, con la collaborazione dell’Agriturismo “La Vigna”, del “Club Napoli Pollena Trocchia”, del circolo di promozione e aggregazione culturale “Club House Artisti” e della Pro Loco di Pollena Trocchia.

Il concorso, dedicato alle vittime della pandemia Covid-19, ha assunto una particolare valenza in quanto è stato inserito in un ambito di grande rilievo nazionale, il campionato di Slam Italia che vedrà la sua gara conclusiva a Milano il prossimo 18 settembre. Durante la serata, l’attore Pasquale Rea ha intrattenuto il pubblico con la sua maschera di Pulcinella. Presenti all’evento anche le principali istituzioni dei comuni di Pollena Trocchia e di Massa di Somma, che hanno mandato i loro saluti ufficiali al pubblico presente e ai concorrenti.

I poeti iscritti a concorrere alla kermesse di poesia sono stati Nancy Loved Amato, Simona Barbati, Giuseppina Dell’Aria, Milena Di Rubbo, Anna Gentile, Gennaro Iannuzzi, Aniello Luciano (Eddie Verso), Valeria Marchese, Martina Natale, Paolo Perrone, Irene Sabetta, Carmine Tremolaterra e Davide Volpe. Secondo le regole del concorso, i poeti sono stati chiamati ad esprimersi davanti a una giuria unicamente con la loro massima bravura espositiva, ma senza alcun aiuto strumentale e scenografico ad eccezione del microfono.

Il primo premio è stato assegnato a Davide Volpe, giovane poeta con la passione del teatro (è anche attore) non nuovo a mostrare i suoi lavori lirici a manifestazioni e concorsi, che grazie a questo importante riconoscimento potrà andare in finale a Milano il 18 settembre. Sul podio si sono susseguiti Milena Di Rubbo e Anna Gentile, rispettivamente seconda e terza classificata. Durante la serata è stato assegnato anche un premio speciale, dedicato a Mimmo Borriello scomparso a causa del covid nel mese di novembre 2020. Questo premio è stato conferito alla quarta classificata, Irene Sabetta da Alatri.

Una serata intensa di calore, in primis grazie all’ottima organizzazione, composta da coloro che con professionalità credono alla poesia quale strumento di trasmissione di emozioni: non per nulla gli organizzatori sono volti noti e pluripremiati a livello nazionale, grazie proprio ai loro capolavori lirici e non solo. Melania Mollo e Pasquale Rea non sono solo poeti di spessore ma anche attori, volti noti a livello del cinema sociale e della televisione locale e nazionale, con partecipazione a progetti di forte rilevanza mediatica. Giuseppe Vetromile è attualmente in tournée con il suo ultimo lavoro editoriale “Proprietà dell’attesa”. E ineccepibili tutti i partecipanti, che hanno saputo mettere in difficoltà, con la bravura con quale hanno espresso in lirica le loro emozioni, i componeti della giuria, rigorosamente popolare che veniva modificata durante ogni manche del concorso, e che ha dovuto lavorare sodo per esprimere la scelta del vincitore. In attesa della finale e della seconda edizione del concorso, che sicuramente vedrà aprire le porte nel nuovo anno.

Il fotografo ufficiale dell’evento è stato Giuseppe Pelosi che con professionalità ha immortalato con i suoi scatti i momenti salienti. I premi per i vincitori sono stati donati dalla Press Photo Srl dei fratelli Maione.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori