Anche l’Austria va verso destra, Kurz vince l’elezioni

L’Austria si sposta a destra. Sebastian Kurz, leader del partito conservatore Övp, si appresta a diventare il nuovo cancelliere: con i suoi 31 anni il più giovane leader alla guida di un Paese europeo. Cresce anche la formazione di estrema destra Fpö, di Heinz-Christian Strache, con cui Kurz potrebbe formare una coalizione. Ma il secondo posto resta ai socialdemocratici del partito Spö, guidato dal cancelliere uscente Christian Kern.

Lo chiamano Wunderwuzzi , il «bambino prodigio». Classe 1986. Sebastian Kurz ha vinto le elezioni politiche e quasi sicuramente sarà il prossimo cancelliere dell’Austria. A 31 anni, il leader dei popolari sarebbe il più giovane capo di governo del pianeta. La politica gli è passata vicino e se l’è preso, così parla di se Sebastian Kurz. Nonostante sia giovanissimo e da relativamente poco in politica molti si ricordano di lui per un passato non troppo lusinghiero, basti pensare a quando si candidò al Consiglio comunale e girava per la città in una Geil-o-Mobil, accompagnandosi a diverse signore succintamente vestite mentre distribuiva profilattici neri, il colore del partito, per sottolineare l’aspetto eccitante di un voto alla noiosa Övp.  Questi episodi sono ormai sorpassati. Ora Kurz è l’emblema del bravo ragazzo candidato alla guida del paese. Il suo programma è abbastanza semplice: no all’ immigrazione, lotta all’ islamismo radicale, espulsioni facili per i profughi che non rispettano le regole, chiusura delle frontiere esterne della Ue.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori