Gli investigatori ipotizzano che il cadavere del calciatore sia proprio nel relitto localizzato nel canale della Manica.

“È possibile vedere un corpo tra i rottami dell’aereo”. È quanto affermato dalla Air Accidents Investigation Branch, la sezione investigativa che si sta occupando della vicenda di Emiliano Sala, il calciatore argentino scomparso.

L’aereo sul quale viaggiava Sala, un Piper Malibu, era scomparso dai radar lo scorso 21 gennaio. Il giocatore, insieme al pilota, era in viaggio da Nantes a Cardiff dopo l’ufficialità della sua cessione al club che milita nella Premier League inglese.

Il relitto dell’aereo che trasportava Emiliano Sala, è stato localizzato nel canale della Manica ed è stato trovato dalla nave FPV Morven, ingaggiata dalla famiglia di Sala grazie a una colletta di calciatori e amici, in coordinamento con una unità della Marina britannica.

Dopo il ritrovamento dell’aereo in Argentina il padre di Sala, Horacio, ha espresso il suo dolore: “Ancora non ci credo. È un brutto sogno, sono disperato. Ho comunicato coi ricercatori tutti i giorni, ma non è facile mettersi in contatto. Mi hanno detto che i giorni passavano e non c’erano notizie di Emiliano o dell’aereo”.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori