Filippine, bambina italiana di 7 anni uccisa da una medusa

Gaia Trimarchi era in vacanza con la sua famiglia nell’isola di Sabitang Laya. Mentre raccoglieva conchiglie è venuta a contatto con la “Medusa vespa” che non le ha lasciato scampo.

 “Ho visto la parte superiore della gamba diventare viola”, ha raccontato la madre della bambina, Romanita Cabanlong. Purtroppo il viaggio verso l’ospedale è stato troppo lungo e la barca che li ha trasportati non era attrezzata in nessun modo per le emergenze mediche.
La tragedia è avvenuta già la scorsa settimana, ma solo ora i media filippini hanno dato la notizia.

Questo particolare tipo di medusa non dà scampo: “Si tratta di una specie molto pericolosa per l’uomo”: la ‘medusa scatola’ o’medusa-vespa’è considerata tra le più letali del pianeta: può causare spasmi, seguiti da paralisi, arresto cardiocircolatorio ed il decesso in pochi minuti”, ha spiegato Gerry Reyes, biologo marino della guardia costiera filippina, intervistato da Abs-Cbn. Non è presente nei nostri mari ma nel caso doveste incontrarla l’aceto potrebbe essere un buon rimedio per ritardare il diffondersi del veleno.

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori