E’ fuga Napoli. L’Inter vince il derby.

Alla fine del sabato italiano di serie A c’è una sola e grande certezza: il Napoli è in fuga e vuole lo scudetto.

Grandi emozioni nell’ottava giornata del campionato di calcio ed il pomeriggio del sabato è cominciato con la sconfitta interna della Juventus contro la Lazio.

Dopo 41 partite interne senza sconfitte, Allegri deve arrendersi nuovamente a Simone Inzaghi, che già in estate lo aveva castigato battendolo in Supercoppa italiana.

La Lazio gioca benissimo e sotto di un gol, riesce a ribaltare il risultato con un napoletano doc e cioè con Ciro Immobile. Ad un minuto dalla fine, però, la Juventus ha la possibilità almeno di pareggiare l’incontro. Mazzoleni decreta un penalty proprio sull’ultima azione del match. Sul dischetto va ancora una volta Dybala che ancora una volta si fa parare il tiro. Dopo Berisha nel match contro l’Atalanta, è Strakosha, portiere della Lazio che regala una grande gioia ai propri tifosi. Il risultato finale di 1-2 mette le ali al Napoli che entra all’Olimpico nel match serale con la consapevolezza che con una vittoria può andare in fuga.

Gli azzurri erano a caccia dell’ottava vittoria consecutiva in campionato. E la squadra di Sarri compie l’ottava meraviglia e mette in bacheca  record su record. Comanda il gioco il Napoli anche a Roma ed Insigne (mai a segno contro la Roma n.d.r.), batte Allison sul primo palo.

Il primo tempo si conclude sullo 0-1.

E’ ancora il Napoli ad imporre il gioco anche nel secondo tempo, ma Di Francesco capisce che può colpire solo agendo sulle fasce e mettendo in difficoltà Hysaj.

E’ dalla fascia di Perotti che arrivano le insidie per Reina che è decisivo sul colpo di testa di Fazio, ma fortunato sulla traversa di Dzeko . Soffre il Napoli, ma vince ed ora va in fuga a +5 sulla Juventus.

La domenica, però, ci doveva regalare ancora emozioni con il derby della Madonnina. Spalletti contro Montella, due maestri di tattica che dopo 90 minuti hanno stati di animo completamente diversi. E’ il mister toscano che la spunta grazie ad una magica tripletta del bomber Icardi. L’argentino regala i tre punti all’Inter al 90mo su calcio di rigore.

Montella mastica amaro ed a metà ottobre ha gli stessi punti del Chievo Verona. L’Inter è a +10 dai cugini rossoneri, ma soprattutto, grazie a questa vittoria, è a -2 dal Napoli.

E sabato sera arriverà al San Paolo, cercando di strappare il primato ad una squadra da record.

La Juventus, per ora, è terza in classifica.

La rivoluzione di ottobre è appena cominciata

Share This:

Massimiliano Alvino

Inguaribile sportivo, ex calciatore ed ex arbitro di calcio, giornalista da giugno 2012. Mi piace tutto quello che si chiama Sport, ma amo anche il teatro ed il cinema. Amo la musica di Jamiroquai, Trainspotting il film che rivedrei all'infinito, il Napoli la mia unica fede. Prima o poi comincerò a scrivere libri...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

Cultura a Colori