A Solingen, in Vestfalia, una donna di 27 anni ha ucciso i suoi 5 bambini prima di tentare di togliersi la vita, lanciandosi sotto un treno alla stazione centrale di Duesseldorf.

I corpi senza vita dei piccoli – tre sorelline di 1, 2, e 3 anni e due fratellini di 6 e 8 anni – sono stati trovati dalle forze dell’ordine in un appartamento della Hasselstrasse a Solingen. Una città di 160mila abitanti, nota per la produzione di coltelli e spade. Qui i bambini vivevano con la mamma, al terzo piano di una palazzina grigia, attorno alla quale si sono raccolti vicini e passanti, scioccati dall’accaduto. “Il padre non è sospettato e non ha partecipato in alcun modo ai fatti”, ha spiegato Battenberg, il quale ha aggiunto prudenzialmente che la causa della morte dei piccoli “è ancora da accertare”. Secondo voci raccolte dai media locali, e per ora non confermate dalla polizia, ai bambini potrebbero essere stati somministrati dei sonniferi, in quantità evidentemente letali. Un’ipotesi a cui potrà dare risposta il risultato delle autopsie ordinate nell’ambito delle indagini, che vanno avanti dal ritrovamento dei cadaveri “sotto un’enorme pressione” e nello sgomento generale.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori