Google e Youtube uniti contro il terrorismo: più investimenti sulla pace

Youtube  e Google si impegneranno per non diffondere i contenuti a scopo terroristico diffusi sulle rispettive piattaforme. Tutto ciò sarà capace grazie agli investimenti e allo sviluppo di un’intelligenza artificiale, la “Machine learning”.

Sede di Google Suisse

“Il materiale estremista terroristico e violento non dovrebbe essere diffuso online. Continueremo a investire in modo significativo per combatterne la diffusione, fornire aggiornamenti ai governi e collaborare con altre aziende attraverso il Global Internet Forum To Counter Terrorism. C’è ancora molto da fare”

Da giugno la politica di google per ostacolare il terrorismo si è mossa su quattro diversi fronti: migliore identificazione e rimozione in tempi più rapidi, più esperti esterni, standard più rigorosi e più investimenti.

Google ha dichiarato :”A settembre tre dei creator, provenienti da Australia, Regno Unito e Stati Uniti, hanno debuttato con i loro video sul grande schermo al Tribeca TV Festival”. Il mese scorso Google.org ha annunciato un fondo di innovazione di 5 milioni di dollari per “supportare soluzioni tecnologiche, iniziative locali come progetti per i più giovani che aiutino a creare il senso di comunità e promuovere la resistenza alla radicalizzazione”.

Riguardo gli esperti esterni per riconoscere il terrorismo, Google ha aggiunto 35 Ong che rappresentano 20 paesi diversi; ci sono anche l’International Centre for the Study of Radicalisation and Political Violence del King’s College di Londra e The Wahid Institute in Indonesia.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori