Guerra in Siria: i forti attaccano Idlib, massacro annunciato

Nella giornata di ieri le forze governative siriane fedeli ad Bashar al-Assad hanno annunciato l’offensiva nella zona nord occidentale del Paese. La guerra sembra lungi dall’essere conclusa nonostante questa importante resa dei conti.

Ci siamo abituati talmente tanto a quella incredibile guerra, così lontana a noi occidentali, che abbiamo smesso di parlarne. In realtà la Siria è ancora dilaniata, e soffre come tutti i civili. Come riferiscono i giornalisti del posto, e come ha indicato anche l’Ansa, saranno circa 30mila, o più, i civili evacuati da Idlib.

E’ infatti stata annunciata ieri dal Governo siriano un’offensiva verso quella “roccaforte” ribelle. L’appoggio di Russia, Iran e Turchia sembra quasi scontato ed ultimamente anche Trump mugugna. Le forze di tutto il mondo si stanno muovendo, la politica lavora h24 su quella pista.

L’aviazione fedele ad Assad bombarda ormai da giorni la parte sud della zona. Intanto i ribelli hanno fatto detonare esplosivi colpendo due ponti del fiume Assai. Quella, infatti, è linea di demarcazione naturale tra i territori controllati dal Governo e quelli dei ribelli.

Share This:

Daniele Naddei

Giornalista iscritto all'ordine dei Giornalisti Pubblicisti della Campania da maggio 2014. Caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

Cultura a Colori