Huawei farà causa al Governo USA

Il gigante dell’elettronica cinese si prepara a fare causa al governo americano per aver vietato alle agenzie federali di usare i suoi prodotti.


Stanca del continuo ostruzionismo da parte degli Stati Uniti, Huawei sarebbe pronta secondo il New York Times a iniziare una battaglia legale nei confronti degli Stati Uniti che hanno vietato l’uso delle apparecchiature Huawei per l’infrastruttura di rete e l’utilizzo degli smartphone alle agenzie federali.

La causa sarà intentata nel distretto orientale del Texas, dove si trova il quartier generale statunitense di Huawei.

Gli Stati Uniti sostengono che Huawei potrebbe dotare i suoi prodotti di una backdoor in grado di fornire al governo cinese informazioni riservate. In mancanza di prove reali, tuttavia, Huawei ritiene che il governo degli Stati Uniti non abbia il diritto di vietare l’uso dei dispositivi senza un processo e una relativa sentenza. Il tutto avverrebbe a ridosso dell’udienza riguardante la richiesta di estradizione fatta dagli Stati Uniti a carico di Meng Wanzhou, direttrice finanziaria di Huawei arrestata in Canada a dicembre.

L’1 dicembre, infatti, il Canada aveva arrestato Meng Wanzhou su richiesta degli Stati Uniti, che accusavano la dirigente di aver eluso in passato le sanzioni statunitensi contro l’Iran. Le autorità americane hanno chiesto l’estradizione di Meng, che è una cittadina cinese, ma la Cina si “oppone con forza” a questa misura e sabato ha presentato una protesta formale al Canada definendo la vicenda “un grave incidente politico”.

 Toccherà a un tribunale in British Columbia ora decidere se approvare o meno la richiesta di estradizione degli Stati Uniti.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori