Nuovi appuntamenti targati Megaride

Domenica 30 Aprile – ore 10.30 – Complesso Basilicale di Cimitile

Il Complesso Basilicale di Cimitile è uno dei più affascinanti esempi dell’arte paleocristiana europea e testimonia il passaggio dal tardo impero al medioevo, dal paganesimo al cristianesimo. Il complesso architettonico, composto da sette basiliche, sorgeva su un’antica necropoli: tra le varie tombe, la più illustre era quella di San Felice, oggi patrono della città. Fu proprio sui resti del santo che fu costruita la prima basilica. La Basilica di San Felice, la più famosa del complesso, è annessa al campanile che si dice essere il primo della cristianità, e conserva un’edicola mosaicata e affreschi di grande rilievo. Un luogo affascinante, ricco di storia, arte … un prezioso tesoro da conoscere e da vivere

Accoglienza: ore 10.30 presso Ingresso del Complesso Basilicale in via Madonelle, Cimitile

Domenica 30 aprile ore 10.00 – Nuovo “incontro culturale Megaride”per “i Tesori nascosti. Tino di Camaino, Caravaggio, Gemito”

ALTRI APPUNTAMENTI

Sabato 13 maggio ore 17:00 – Domenica 28 maggio ore 20.00

Megaride, nell’ambito della conoscenza e promozione del patrimonio culturale, organizza una serie di “incontri culturali” presso la mostra “i Tesori nascosti. Tino di Camaino, Caravaggio, Gemito”, curata da Vittorio Sgarbi. La mostra nasce con l’intento di “portare alla luce” ciò che normalmente è “nascosto”. Sono, infatti, visibili opere d’arte che non sono esposte nei musei pubblici ma appartengono a collezioni private, fondazioni bancarie, istituzioni e collezionisti privati e, pertanto, difficilmente visibili al grande pubblico. “i Tesori nascosti. Tino di Camaino, Caravaggio, Gemito” è una mostra particolarmente suggestiva e pregna di significati, poichè va ad illustrare un quadro della “geografia artistica” tenendo conto dei diversi stili, delle diverse culture, con capolavori provenienti da diverse scuole e regioni d’Italia e che vanno dal Medioevo al Novecento.

È una mostra che emoziona ….emoziona perché allestita presso la Chiesa di S. Maria Maggiore della Pietrasanta, uno dei siti più importanti di Napoli, accessibili nuovamente, dopo anni di chiusura al pubblico, emoziona perché, attraverso un susseguirsi di opere, calandosi nelle epoche raffigurate, si vive quella che è la bellezza pura.

Accoglienza: ore 10.00 presso Ristorante-Pizzeria Locanda del Grifo, Via Francesco del Giudice 14, nei pressi del Campanile di S. Maria della Pietrasanta che si trova su via Tribunali. L’attività culturale avrà inizio alle ore 10.20

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori