Bankitalia: approvata la mozione del Pd contro Visco

Sì dell’Aula della Camera alla mozione del Pd sulle iniziative di competenza del governo in merito alla nomina del Governatore della Banca d’Italia, come riformulato su richiesta del governo.  Dalla mozione è stato eliminato il passaggio nel quale si affermava che le crisi “avrebbero potuto essere mitigate nei loro effetti da una più incisiva e tempestiva attività di prevenzione e gestione delle crisi bancarie”.

 

Montecitorio ha approvato la mozione del Pd sulle iniziative di competenza del governo in merito alla nomina del Governatore di Bankitalia, come riformulato su richiesta del governo. I voti a favore del documento di indirizzo sono stati 213, 97 i contrari, 99 le astensioni. Ad astenersi sono stati i deputati di Fi e Mdp; contro si sono invece espressi quelli di Si, M5S e Fdi. Tutte respinte le altre mozioni, a partire da quella di M5S, che miravano direttamente a impegnare il governo a non confermare il governatore uscente Ignazio Visco alla guida di Bankitalia.

La vicenda ha fatto registrare l’intervento del Capo dello Stato, Sergio Mattarella, che ha sottolineato come le prese di posizione riguardanti la Banca d’Italia «debbano essere ispirate a esclusivi criteri di salvaguardia dell’autonomia e indipendenza dell’Istituto nell’interesse della situazione economica del nostro Paese e della tutela del risparmio degli italiani». L’agenzia Reuters, che ha riportato le parole di Mattarella, cita fonti del Quirinale. Questi principi, spiega la stessa fonte, devono «attenersi l’azione di tutti gli organi della Repubblica, ciascuno nel rispetto del proprio ruolo».

«La Banca d’Italia sottometterà ogni documento rilevante per i lavori della Commissione parlamentare d’inchiesta e il Governatore Ignazio Visco è pronto a essere ascoltato dalla Commissione quando essa vorrà», è il commento che arriva dagli ambienti della Banca d’Italia secondo cui il Governatore ha parlato sul tema col Presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sul sistema bancario e finanziario Pierferdinando Casini.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori