Rileggiamo l’articolo 21, parte il nuovo contest

In occasione del settantesimo anniversario della promulgazione della Costituzione (1 gennaio 2018), è bandito un concorso, soprattutto per i giovani, finalizzato ad una rilettura dell’ articolo 21 in chiave moderna.

Il Concorso è riservato alle Scuole secondarie di secondo grado e consiste nel redigere, in non più di 2.000 caratteri, un testo che sia frutto di un’attenta lettura e riflessione sui valori che ispirano l’articolo 21 della Costituzione, dandone un’interpretazione che tenga conto delle straordinarie innovazioni introdotte dalla rivoluzione digitale ma anche di problemi scottanti come gli attacchi alla libertà di stampa in corso in diverse aree geografiche del globo, la concentrazione degli apparati dell’informazione nelle democrazie moderne, la questione delle fake news, cioè dell’informazione ingannevole o distorta, il cyberbullismo, la violazione della privacy, l’uso violento dei social. Una giuria composta da autorevoli giuristi, giornalisti e filosofi premierà il testo che avrà dato la lettura e l’interpretazione dell’Articolo 21 più in linea con il tempo presente. La partecipazione al Concorso rappresenta per i docenti un’occasione per approfondire la Media Education, la nuova area disciplinare ispirata alla “Carta della cittadinanza digitale” e al potenziamento della facoltà di critica e di giudizio nell’uso dei mezzi di comunicazione.

L’articolo 21 della Costituzione sancisce che tutti hanno “il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione”. Inoltre attesta che “la stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure”. Pertanto, la libertà d’espressione e il diritto all’informazione rappresentano una pietra angolare dell’ordine democratico, contribuendo in modo determinante alla pari dignità di tutti i cittadini.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori