Bruxelles, a Forest individuato un uomo armato. Non legato al terrorismo

Bruxelles, a Forest i media riferiscono la presenza di un uomo armato indicata dal sindaco. La zona è stata subito messa sotto sorveglianza, un elicottero sorvola l’area intorno alla quale è stato anche costruito un perimetro di sicurezza.

Secondo il sindaco, Marc-Jean Ghyssels, si “sospetta la presenza di un uomo armato” in un edificio. Forest è stato il covo di Salah Abdeslam, unico sopravvissuto del commando delle stragi di Parigi, prima della sua cattura.

“In questo momento, si tratta presumibilmente di una disputa privata e non ha assolutamente a che fare con il terrorismo. Verifiche sono in corso”. Lo ha detto a Rtbf il sindaco di Forest, Marc-Jean Ghyssels, a proposito della maxi-operazione di polizia in corso nella regione di Bruxelles. “Verso le 12.30 la polizia è stata chiamata per la presenza di uno o più persone armate in un edificio” e ha quindi chiesto “l’intervento delle forze speciali”, ha aggiunto. Pochi minuti prima, un uomo di origini polacche era entrato in un negozio a Saint Gilles, in stato di shock, affermando che c’era stato un omicidio a Forest stamane, ha reso noto la polizia di Bruxelles-Midi. Gli agenti sono andati all’indirizzo segnalato, ma non hanno trovato nulla. Altri testimoni nel quartiere hanno segnalato problemi ad un altro indirizzo. Così, per precauzione, è stato chiesto l’intervento delle forze speciali della polizia federale.

Share This:

Mara Auricchio

Amo l'arte in ogni sua forma ed espressione, viaggiare e caffè&chiacchiere con gli amici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori