Vero, il social senza pubblicità che vuole fare le scarpe a Facebook

Arriva l’ennesima sfida a Facebook. VERO  “true social”. Senza pubblicità ma a pagamento. L’app esiste dal 2015 ma ultimamente ha fatto il pieno di utenti per aver garantito l’iscrizione gratuita ad oltre un milione di nuovi iscritti.

La parola d’ordine è quello di tutti gli altri social: “condividere”. Possiamo scegliere i contenuti da condividere, musica, foto, documenti e con quali cerchie di amici farlo, inviare, ricevere messaggi e condividere tutto sugli altri social. Cioè che lo distingue dagli altri è la modalità di monetizzazione. Come Netflix e Spotify infatti si basa sulle sottoscrizioni.

Le cerchie di amici

Vero, 4 lettere per 4 categorie: amici stretti, amici, follower e conoscenti. «La maggior parte dei social riduce gli utenti ad amici o follower. Noi vogliamo creare un social che vi faccia sentire voi stessi. Da qui il nome “Vero”», scrivono ancora gli sviluppatori dell’app.  Quindi si potrà decidere con chi condividere tra le quattro categorie. Inoltre i media saranno divisi per contenuti, ad esempio potrete vedere tutti i libri condivisi da voi, con chi li avete condivisi e chi li ha condivisi con voi.

Privacy e pubblicità

Un aspetto positivo dell’assenza di pubblicità sta nel fatto che i nostri dati non saranno “rubati” da terzi. In più non c’è nessun algoritmo per il flusso di notizie, di conseguenza i post dei  contatti da noi scelti ci appariranno in ordine cronologico e non secondo i più visti.

Influencer e costi

Molti noti influencer su Instagram e Twitter si stanno affrettando a postare foto dei loro login con l’hastag #vero per far conoscere l’app a più persone possibile. Ovviamente l’utilizzo di un nuovo social può esseere un’arma a doppia taglio per loro, ma il principio di pubblicizzazione sta funzionando. Infatti in poche ore pè stata scaricata 600 mila volte negli Usa diventando una delle 10 app  più scaricate di Ios. L’app era gratuita per il primo milione di utenti ma al momento non ci  sono notizie sui pagamenti quindi l’offerta di scaricare l’app free è stata “estesa a tutti fino a nuovo avviso”.

Per saperne di più vi lasciamo al sito del nuovo social media

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori