Foggia, indagata università per presunte irregolarità

Il dipartimento di Scienze Agrarie dell’Università di Foggia è stato perquisito dalla Guardia di Finanza in mattinata e sono stati sequestrati documenti e computer. Si indaga su presunte irregolarità nella rendicontazione di tre progetti finanziati dal Miur.

Le presunte irregolarità su cui indaga la Procura di Foggia sono state denunciate alcuni mesi fa da due professori, Alessandro Del Nobile e Diego Centonze, e riguarderebbero il Pon Ricerca e Competitività 2007-2013 ottenuto dai gruppi di ricerca del Distretto agroalimentare regionale, il Da.Re., tra i cui soci c’è l’Ateneo foggiano, beneficiario di circa 10 milioni di euro.

C’è anche il rettore dell’Università di Foggia, Maurizio Ricci, tra gli indagati nell’inchiesta della Procura di Foggia su presunte irregolarità nella rendicontazione di alcuni progetti di ricerca finanziati dal Miur al dipartimento di Agraria. Oltre al rettore, al quale questa mattina è stato notificato un avviso di garanzia, sono indagate 20 persone tra cui il direttore del dipartimento di Scienze Agrarie, Agostino Sevi, docenti e funzionari dell’Ateneo. Le ipotesi di reato sono concorso in truffa e abuso d’ufficio.

Share This:

Mara Auricchio

Letterata. Amo l'arte in ogni sua forma ed espressione, viaggiare e caffè&chiacchiere con gli amici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori