La Juve vince, il Napoli no: sogno Scudetto più lontano

E’ stato un week-end povero di emozioni, goleade, rimonte al cardiopalma ma comunque importante ai fini della classifica.

Vince la Juventus, il Napoli si blocca a San Siro

Importante come il 3-0 ai danni della Sampdoria che ha permesso alla Juve di andare a +6 sul Napoli. Mandzukic, Howedes e Khedira i marcatori, a dimostrazione che nella corsa lunga serve l’apporto anche dei gregari. Il Napoli, invece, si ferma sullo 0-0 in casa del Milan. San Siro proprio non sorride ai partenopei che, poche settimane fa, hanno fatto registrare lo stesso risultato contro l’Inter. Non sorride nemmeno Milik che, subentrato a gara in corsa, stava per diventare l’hombre del partido se non fosse stato per la straordinaria parata di Donnarumma.

Stallo Champions: Inter, Roma e Lazio si fanno favori

Se in testa qualcosa è cambiato, nella lotta per i due posti Champions rimanenti è rimasto tutto come prima. Ricordate no, il discorso iniziale sulle poche emozioni che ci hanno offerto le 10 partite di A in programma tra sabato e domenica? Ecco, Atalanta-Inter 0-0 e Lazio-Roma 0-0 ne sono l’esempio più lampante.

Tutte le altre del campionato: vince solo il Bologna

S’interrompe la striscia di vittorie consecutive della Fiorentina che, contro la Spal, non va oltre lo 0-0. Onore e merito alla squadra di Semplici che, dopo la Juventus, è riuscita a fermare un’altra compagine di livello superiore al proprio. E’ così che si centra l’obiettivo salvezza. In tal senso va letta la vittoria, in rimonta, del Cagliari sull’Udinese: apre Lasagna, poi Pavoletti e Ceppitelli, entrambi di testa, ribaltano il risultato. Il Genoa inguaia il Crotone: 1-0 firmato Bessa su grande assist di Medeiros dal limite dell’area. Vince anche il Bologna, 2-0 contro l’Hellas, con Verdi e Nagy marcatori. I cugini clivensi, invece, fanno 0-0 contro il Torino. Dulcis in fundo, Sassuolo-Benevento 2-2: le doppiette di Politano e Diabatè ci hanno fatto scoprire due nuovi goleador assoluti di questo finale di stagione. Yes, week-end. Chissà se nello spogliatoio del Napoli qualcuno avrà urlato “Yes, we can again”.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori