67 migranti salvati. Si litiga in governo sul loro destino

67 migranti salvati dal rimorchiatore italiano Vos Thalassa davanti alla Libia, trasferiti sulla nave Diciotti della Guardia costiera, si litiga ora sull’esito del loro destino.

‘Mettevano in pericolo l’equipaggio’, dice il ministro Toninelli. Ma Salvini attacca: ‘Non possiamo sostituirci ai libici’. Non basta un vertice convocato a Palazzo Chigi da Conte. ‘Nessuno screzio’, dicono fonti della presidenza. ‘Ci siamo chiariti. La nave arriverà entro 15 ore in Italia’, assicura Toninelli. Ma il Viminale conferma di non voler indicare il porto di attracco.

In mattinata, come previsto,il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini incontrerà il presidente Conte a Palazzo Chigi.

“Facciamo il punto sul caso del rimorchiatore Vos Thalassa, con a bordo 12 lavoratori italiani, che aveva tratto in salvo oltre 60 migranti. La nostra Guardia Costiera è stata chiamata dal comandante della nave ed è intervenuta per difendere l’equipaggio dalle minacce di morte perpetrate da alcuni dei migranti”. Così il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli su Facebook in un post.

Share This:

Mara Auricchio

Amo l'arte in ogni sua forma ed espressione, viaggiare e caffè&chiacchiere con gli amici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori