Sulla mia pelle, il teaser del film Netflix su Stefano Cucchi

La pellicola prodotta da Netflix vede Alessandro Borghi nei panni del giovane morto mentre era in custodia cautelare a Regina Coeli.

Una produzione Netflix spicca nella ricca programmazione della prossima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia: è Sulla mia pelle di Alessio Cremonini, e racconta il caso Cucchi rivivendo gli ultimi sette giorni di vita di Stefano.

La pellicola di Cremonini andrà a inaugurare la sezione Orizzonti del Festival di Venezia, volta a premiare i nuovi nomi emergenti del mondo del cinema.

Dopo lunghi anni di vicende giudiziarie, fatte di decine di udienze,  maxi perizie e centinaia di testimonianze e consulenze tecniche ascoltate, il nome di Cucchi si legge ancora oggi sulle pagine dei giornali quando si parla di violenza eccessiva da parte delle forze dell’ordine o, con toni più forti, di omicidio di Stato.

A impersonare Stefano Cucchi nella sofferenza dei suoi ultimi giorni quando, denutrito e malmenato nel carcere di Regina Coeli, il trentenne ha infine trovato la morte, ci pensa Alessandro Borghi, dimagrito molto appositamente per ritrarre in modo fedele Cucchi.

“Spero che il cinema possa essere uno strumento per fare informazione, per riflettere e per ricercare la verità. Cercheremo di far aprire gli occhi a chi ancora, per qualche motivo, non è riuscito a farlo”, ha detto l’attore.

Cremonini, percorrerà tutto il caso giudiziario, le terribili condizioni in cui si trovava il corpo di Cucchi nell’ora del decesso e i dubbi circa lo stato di detenzione del giovane. Palese denutrizione, contusioni e lesioni lasciarono immaginare evidenti maltrattamenti o reazioni fisiche da parte degli agenti che lo avevano in custodia; e tutto l’eco mediatico che ne scaturì.

Alberto Barbera, il presidente della Mostra, ha già tessuto le lodi per la prestazione interpretativa di Alessandro Borghi, nei panni del maltrattato Stefano Cucchi.

“Capace di calarsi completamente nel ruolo e di reggere il film”.

Nel cast, assieme a Borghi, compariranno anche Jasmine Trinca, nei panni della sorella Ilaria Cucchi la cui determinazione ha portato l’attenzione dei media sul caso, e Max Tortora.

Il film, prodotto da Netflix, dopo la sua anteprima al festival cinematografico sarà diffuso dal 12 settembre nelle sale cinematografiche ma anche direttamente sulla piattaforma streaming.

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori