Mal di schiena: una delle cause potrebbe essere nell’intestino

Quando si pensa al mal di schiena immediatamente la mente va a problemi muscolari e di ernie discali. In realtà una buona parte dei mal di schiena può avere una origine viscerale. In particolar modo una delle cause potrebbe essere nell’intestino!

L’intestino infatti ha degli importanti rapporti con le vertebre lombari e con i muscoli della schiena.

Spesso immaginiamo gli organi come sospesi all’interno dell’addome. In realtà i visceri non sono ballerini all’interno della pancia, anzi sono fermamente sostenuti dalle osse del bacino e della schiena.

L’intestino tenue ad esempio si attacca fortemente alle vertebre lombari attraverso la sua radice, chiamata radice del mesentere. Puoi proprio immaginare una radice lunga circa 15 cm saldamente adesa alla colonna vertebrale e che si dirama poi ad avvolgere 7 metri di intestino.

L’intestino è avvolto come da una pellicola trasparente, per intenderci è proprio come le salsicce che compri dal macellaio.

Immagina che la tensione di 7 metri di intestino si concentra tutta in 15 cm di spazio e che questa tensione può scaricarsi a livello di poche vertebre lombari.

Questo significa che qualsiasi infiammazione intestinale può essere alla base di un mal di schiena.

Anche il colon può provare a sua volta dolori a livello lombare per ben più di un motivo.

L’intestino cieco (a destra dove si origina l’appendice) e il sigma (a sinistra) sono praticamente poggiati sul muscolo ileo-psoas. Qualsiasi infiammazione di questi due tratti può dare origine ad una psoite. Nell’articolo precedente ti ho parlato proprio di questo muscolo e del perché può causare mal di schiena.

Inoltre il colon ascendente e il colon discendente possiedono dei legamenti che si attaccano sotto il diaframma. Sempre nel precedente articolo ti ho parlato del rapporto fra diaframma e mal di schiena.

Quindi sia per i rapporti diretti che per i rapporti muscoli l’intestino può causare mal di schiena. In questo caso può essere utilissimo correggere l’alimentazione e consultare un osteopata per una seduta di manipolazione viscerale.

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori