VIDEO – 37 anni fa “La voce del padrone” di Battiato sconvolgeva la musica italiana

Nel 1981 un uomo siciliano di nome Battiato decide di avvicinarsi al mondo della musica pop. Unendo le sue canzoni con melodie ballabili pubblica un album divenuto un cult della musica italiana. “La Voce del Padrone  di Franco Battiato è una di quelle perle rare che pochissimi cantautori possono fregiarsi di avere composto.

Battiato sceglie di riversare interamente la sua personalità sull’album incidendo brani  di diverso genere inserendo new wave, punk e rock. L’album comincia con “un’estate su una spiaggia solitaria” che vuole essere un luogo sia metafisico sia nostalgico e reale, sulla strada tra la gioventù e l’età adulta, tra i ricordi e i rimpianti. Con le sue canzoni ha saputo raccontare l’Italia.  Bandiera Bianca è una raccolta di citazioni e di brevi slogan che riescono a rendere l’idea del Paese dove il cantautore vive. Tra i grandi compositori classici e l’americano Bob Dylan, chiamato “Mister Tamburino”, “c’è chi si mette degli occhiali da sole per avere più carisma e sintomatico mistero”.

Centro di Gravità Permanente ha ispirato le generazioni a venire. Nel mondo della musica prima Silvestri e poi Gabbani prendono spunto dalla ricerca di Battiato contenuta in quest’opera.

L’album si conclude in un’ode esplicita al sesso con Sentimiento Nuevo.

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori