Spread a 300 punti, alta la tensione sui mercati

Alta tensione sui mercati il giorno dopo l’affondo dell’Europa sulla manovra del governo annunciata con l’obiettivo del deficit al 2,4%.
Lo spread ha sfondato in apertura il tetto dei 300 punti, poi è ripiegato leggermente. Il rendimento del Btp decennale è salito al 3,39% dopo una fiammata al 3,43%, massimo dalla primavera 2014. Numeri che hanno spinto anche il Financial Times a dedicare l’apertura dell’edizione online all’Italia e alla tensione con Bruxelles. Della tensione ha sofferto anche l’euro, che ha registrato uno scivolone – a 1,15 sul dollaro – dopo una frase del presidente della commissione Bilancio della Camera, il leghista Claudio Borghi, che ha parlato alla radio di una moneta nazionale che sostituisca l’euro: «Sono straconvinto che l’Italia con una propria moneta risolverebbe gran parte dei propri problemi” ha sostenuto Borghi.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori