Caso Cucchi, carabiniere accusa due colleghi

Svolta clamorosa nell’indagine della morte di Stefano Cucchi.
Francesco Tedesco, uno dei carabinieri coinvolti nella faccenda, in una denuncia del 20 giugno scorso e in tre interrogatori successivi ha ricostruito i fatti di quella notte e ha accusato due colleghi del pestaggio ai danni di Cucchi.

Durante gli atti istruttori, Tedesco ha chiamato in causa tutte le persone imputate nel processo.

IL VERBALE – Questo quanto messo a verbale “Roberto Mandolini sapeva fin dall’inizio quanto accaduto, Alessio Di Bernardo e Raffaele D’Alessandro furono gli autori del pestaggio su Cucchi e Vincenzo Nicolardi, quando testimoniò nel primo processo, mentì perché sapeva tutto e ne aveva parlato in precedenza con lui”.
Erano già emersi, inoltre, una serie di verbali falsificati, anomalie, e versioni concordate tra carabinieri considerati dall’accusa schiaccianti elementi a carico dei carabinieri della stazione Appia.

Share This:

Giuseppe Secondulfo

Mi chiamo Giuseppe Secondulfo e sono uno studente laureando in lingue e letterature straniere presso l’Università di Napoli l’Orientale. Amo scrivere di calcio, reportages, e di attualità estera di cui sono un grandissimo appassionato. Nel tempo libero amo leggere, guardare documentari sull’arte, la cucina, approfondire la conoscenza delle lingue straniere e viaggiare. Sono un appassionato, oltre che del calcio, anche di tennis e di basket.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori