Spread Btp/Bund arriva a 340 e poi si abbassa

Lo spread Btp/Bund rallenta a 332 punti base dopo aver toccato stamani quota 340, con un rendimento del Btp decennale al 3,73%. Spread in forte rialzo anche sulle scadenze più lunghe: sul 30 anni è a 305 dopo aver superato stamani 310, a un passo dai massimi dal 2012, con un rendimento che ha superato il 4%.


Le Borse europee peggiorano a metà mattinata con i futures di Wall Street in positivo che fanno ben sperare dopo la chiusura in forte calo di ieri. Occhi puntati sull’Italia, dopo la lettera di richiamo sulla manovra, con Piazza Affari (-1,3%) che lima le perdite ma resta maglia nera in Europa. Gli investitori guardano con particolare interesse anche alle decisioni della Fed ed alle tensioni geopolitiche. In calo l’euro sul dollaro a 1,1460 a Londra. L’indice d’area stoxx 600 cede lo 0,4%. In rosso Parigi e Madrid (-0,8%) e Francoforte (-0,4%). Nel Vecchio continente soffrono i finanziari (-1%) e le Tlc (-0,4%) mentre è in rialzo il comparto energetico (-0,6%). A Piazza Affari in profondo calo le banche. In rosso Ubi, Mps e Banco Bpm che cedono oltre il 5%. Pesanti Unicredit (-4%), Bper e Carige (-3%), Intesa (-2%).

L’intensificarsi della pressione sui Btp non fa volare solo lo spread Italia-Germania, ma continua a ridurre lo spread della Grecia rispetto all’Italia, sceso stamani sotto i 70 punti base, un livello che non si vedeva dal 2009. Sale, intanto, il differenziale fra i titoli italiani e quelli spagnoli, a un passo da quota 200, massimo storico.

Bce:-17,9mld esposizione investitori esteri su Italia – Gli investitori esteri hanno venduto 17,9 miliardi di euro di titoli italiani (azioni, obbligazioni e titoli di Stato) nel mese di agosto. Lo evidenziano i dati della Banca centrale europea sulla bilancia dei pagamenti dell’Eurozona, che presentava un surplus di 24 miliardi.  Derivati su debito Italia sfondano 290 punti  – I credit-default swap (cds) a cinque anni denominati in dollari, il principale strumento finanziario di assicurazione (o scommessa) sul rischio-insolvenza di un paese sovrano, volano oltre i 290 punti sui terminali Bloomberg. Si tratta dei massimi dal 2013.

Carta dei doveri dell’informazione economica

Share This:

Mara Auricchio

Amo l'arte in ogni sua forma ed espressione, viaggiare e caffè&chiacchiere con gli amici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori