“Cantata anarchica”, tutti in piazza per Faber

Roma, Milano, Bologna e la sua Genova, in migliaia in piazza per rendere omaggio al cantautore genovese.

Milano ha ricordato Fabrizio De Andrè, nel ventesimo anniversario della sua morte, con la tradizionale ‘Cantata anarchica’ in piazza Duomo.

Un appuntamento che, da alcuni anni, è diventato fisso in molte piazze d’Italia, grazie al passaparola sui social network.

La cantata ha coinvolto anche Bologna, in piazza Maggiore, a Roma, sul Pincio, e persino a Parigi, sotto l’imponente Notre Dame.

Le indicazioni sono state sempre le stesse: la voglia di cantare e di stare insieme, il posto per qualsiasi tipo di strumento acustico e coperte e bevande calde per combattere il freddo.

Un omaggio spontaneo, perché proprio l’11 gennaio del 1999, il cantautore genovese si è spento, all’Istituto dei Tumori, poco prima di compiere 59 anni.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori