Francia, ancora scontri fra polizia e manifestanti

Dalla metà di novembre, tutta la Francia è investita dalle proteste del movimento dei cosiddetti “gilet gialli” contro il rialzo dei prezzi del carburante.

Il tutto, previsto dal governo di Emmanuel Macron, all’interno di piano per la transizione energetica del paese.

Ieri, nel 13esimo sabato di proteste, ci sono stati altri momenti di tensioni in vari parti della Francia e alcuni manifestanti sono venuti anche allo scontro con le forze di polizia.

Nonostante alcune concessioni accordate dal Macron, il clima resta di forte tensione e ci sono state centinaia di arresti mentre i blocchi stradali organizzati dal movimento hanno provocato in alcuni casi incidenti stradali mortali.

Ieri un manifestante, secondo l’agenzia France Press, ha perso una mano durante disordini avvenuti di fronte all’Assemblea nazionale.

Share This:

Giuseppe Secondulfo

Mi chiamo Giuseppe Secondulfo e sono uno studente laureando in lingue e letterature straniere presso l’Università di Napoli l’Orientale. Amo scrivere di calcio, reportages, e di attualità estera di cui sono un grandissimo appassionato. Nel tempo libero amo leggere, guardare documentari sull’arte, la cucina, approfondire la conoscenza delle lingue straniere e viaggiare. Sono un appassionato, oltre che del calcio, anche di tennis e di basket.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori