Israele, la ministra Shaked: “Pena di morte per Arafat Irfaya”

La ministra della giustizia Ayelet Shaked ritiene che meriti la pena di morte Arafat Irfaya, il palestinese sospettato di aver brutalmente ucciso giovedi’ in un bosco vicino a Gerusalemme la 19/enne Ori Ansbacher, figlia di un noto rabbino.

I dettagli dell’omicidio sono ancora mantenuti riservati dalla polizia: l’assassino potrebbe aver commesso anche violenza sessuale contro la ragazza e la polizia comprensibilmente non divulga questi particolari. Dopo lunghi interrogatori da parte dei servizi di sicurezza e dalla polizia, l’uccisione della ragazza è stato definito dallo Shin Bet “un attacco terroristico”. La ministra, esponente del Likud molto vicina al primo ministro Benjamin Netanyahu, ha sostenuto che “una volta sotto processo in un tribunale militare la pubblica accusa dovrebbe chiedere per lui la pena di morte”, che in Israele è prevista appunto dai tribunali militari, ma finora non è mai stata applicata. “Non dobbiamo nasconderci la verità: ha ucciso Ori in quanto ragazza ebrea”, ha detto la ministra.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori