Iran, fine delle proteste contro il governo

Secondo quanto riferito da i Pasdaran, I Guardiani della Rivoluzione in Iran, è terminata l’ondata di protesta contro il governo di Teheran e la Guida suprema Ali Khamenei.

Il sito ribadisce di ritenere responsabili dei disordini -i più massicci dalla “ondata verde” del 2009 – Stati Uniti, Israele, Arabia Saudita insieme a gruppi d’opposizione e monarchici nostalgici dello Scià.

Nelle proteste sono morte almeno 21 persone, e oltre mille sono state arrestate in totale, secondo agli attivisti addirittura 1700. Manifestazioni sporadiche sono continuate nelle città di provincia nei giorni scorsi, anche se il movimento sembra perdere forza.

Share This:

Giuseppe Secondulfo

Mi chiamo Giuseppe Secondulfo e sono uno studente laureando in lingue e letterature straniere presso l’Università di Napoli l’Orientale. Amo scrivere di calcio, reportages, e di attualità estera di cui sono un grandissimo appassionato. Nel tempo libero amo leggere, guardare documentari sull’arte, la cucina, approfondire la conoscenza delle lingue straniere e viaggiare. Sono un appassionato, oltre che del calcio, anche di tennis e di basket.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori