Islanda: chiude canyon dopo il boom di arrivi, la causa è Justin Bieber

Arriva il video di una delle più celebrate teen-pop-star a cambiare i connotati di quella che fino a poco tempo fa era una delle lande meno affollate del pianeta.
L’Agenzia islandese dell’ambiente ha deciso di vietare l’accesso al sito fino al prossimo 1° giugno a causa di un video girato da Justin Bieber nello spettacolare Fjadrargljufur alla fine del 2015, che ha causato un boom di arrivi. Il calpestio dei turisti, sommato al naturale decorso del disgelo, a chiusura di un inverno particolarmente umido, hanno trasformato l’area e gli stessi sentieri per il pubblico in “una fanghiglia praticamente inaccessiblie”, come ha spiegato Daniel Freyr Jonsson, consigliere del locale dipartimento di conservazione della natura all’agenzia Afp. “A causa della consistenza e dello spessore dello strato fangoso – ha aggiunto -, i turisti finiscono per scavalcare le recinzioni che delimitano le aree dove cresce vegetazione protetta. E fanno danni”. 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori