Italia: stasera l’andata dello spareggio mondiale contro la Svezia

Dentro o fuori.  Da oggi non si scherza più ma forse Ventura non ha mai scherzato. Forse sottovalutato si, il rischio di non andare ai Mondiali. Sapeva che nel gruppo dell’Italia c’era la più forte del mondo insieme alla Germania. Quella Spagna che gioca il calcio più bello del mondo, ed allora, il commissario tecnico della nazionale, ha fatto di necessità virtù. Ha convocato sempre quelli più in forma, quasi mai la stessa formazione nel percorso che ci ha portato allo spareggio di oggi contro la Svezia.  Dentro o fuori, come si dice tra fidanzati. E stasera ce ne saranno almeno 10 milioni di innamorati  azzurri davanti alla televisione.

Perchè in fondo, la nazionale italiana non interessa ai più, ma quando c’è da arrivare agli appuntamenti importanti, siamo sempre lì come se uscissimo con la donna più bella del mondo.

Dentro o fuori perchè non si può fallire: lo ha detto anche Buffon ai colleghi a Coverciano prima di partire ieri per la fredda terra di Ibrahimovic.

Rispetto per la Svezia, ma noi siamo abbonati al campionato del Mondo ed io ho intenzione di giocare il mio sesto mondiale”

Dentro o fuori: lui vuole stare dentro. Dentro al mondiale e portare gli azzurri nel campionato che meritano. Se lo meritano tutti, dallo stesso Buffon ad Insigne, da Candreva a Ciro Immobile.

E’ lui, l’uomo dell’attacco azzurro, lui c’è sempre stato perchè è in fondo l’attaccante che Ventura ha avuto anche nel suo Torino. Ventura si fida di Ciro Immobile come l’attaccante si fida di un allenatore che in fondo merita, nonostante le tante critiche, di vivere l’avventura più bella della sua carriera.

Dentro o fuori: i primo novanta minuti contro la Svezia ce lo diranno.

 

 

 

 

 

@Riproduzione riservata

Share This:

Massimiliano Alvino

Inguaribile sportivo, ex calciatore ed ex arbitro di calcio, giornalista da giugno 2012. Mi piace tutto quello che si chiama Sport, ma amo anche il teatro ed il cinema. Amo la musica di Jamiroquai, Trainspotting il film che rivedrei all'infinito, il Napoli la mia unica fede. Prima o poi comincerò a scrivere libri...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

Cultura a Colori