La pandemia ha messo uno stop forzato e “doloroso” alle rappresentazioni teatrali. Una pausa prolungata e reiterata, snodatasi attraverso numerose tappe.

Ad essere coinvolto anche lo spettacolo Jucature – i giocatori, di Pau Miró, per la traduzione e la regia di Enrico Ianniello, che ha visto la collaborazione del teatro Ghirelli e di Teatri Uniti.

La Casa del contemporaneo, però, non ha rinunciato alla sua missione di far dialogare numerosi linguaggi e canali attraverso le rappresentazioni teatrali. Ecco perché ha trasportato la sua rassegna Rua Catalana lungo le vie del web.
Storia di tre fratelli e di uno strambo amico, affetti ed afflitti, ma anche accomunati, dal vizio del gioco. Croce e delizia  che sottrae risorse in nome del miraggio di ingenti vincite, ma al contempo viene vissuto come una possibile panacea per i tanti debiti.
La loro giornata passa all’insegna della ripetitività: la partita a carte, i provini dall’esito incerto, di cui è però ormai quasi certo l’inevitabile fallimento; i furtarelli al supermercato e i numerosi espedienti, per avere un’insospettata scarica di adrenalina, che spezzi i ritmi abitudinari, ma anche e soprattutto per tirare a campare.
Gli incontri sporadici con una prostituta, tesi tra il bisogno di calore umano e una spietata disperazione. Una routine scossa e sconvolta, all’improvviso, da sogni oscuri, che si muovono tra passato e presente. Movimentata da progetti rischiosi e rocamboleschi, soprattutto se i capelli sono ormai incanutiti e le gambe e il cuore fanno le bizze.
Cosa succederà…? Signori fate il vostro gioco!

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori