Kendrick Lamar è premio Pulitzer

Kendrick Lamar continua a sorprendere raggiungendo traguardi che nessun altro artista, rapper, aveva mai raggiungo. Ha ricevuto il  premio Pulitzer per il suo ultimo album “DAMN.” con questa motivazione : “Una pietra miliare messa a segno per la capacità di raccontare l’esperienza afro-americana”. L’ album che gli ha regalato anche 5 Grammy Awards quest’anno.

È la prima volta nei 102 anni di storia del premio che un rapper riceve il Pulitzer per la musica.

L’artista di Compton si unisce ad artisti del calibro di Aaron Copland, Charles Ives, John Adams, Bob Dylan, Duke Ellington, George Gershwin, Thelonious Monk, John Coltrane e Hank Williams.

L’album, secondo i giurati, “offre istantanee che catturano la complessità della vita moderna afro-americana”.

Dopo la pubblicazione dell’ultimo album “DAMN.”, Lamar ha curato la OST del film “The black panther ” da cui è tratto il singolo “All the stars” feat. SZA, brano ai vertici di tutte le classifiche radio e streaming, Italia compresa.

Il giovane rapper di Compton, classe ’87, era arrivato al successo grazie al disco “To Pimp a Butterfly”, disco che ha stabilito anche un record globale per la registrazione in streaming, per il primo giorno su Spotify (9,6 milioni). Rolling Stone America gli ha dedicato una copertina definendolo “senza dubbio il più talentuoso rapper di questa generazione”.

 

 

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori