La strage di Capaci 25 anni dopo: gli eventi #pernondimenticare

Sono passati 25 anni, ma certi eventi tragici non si possono dimenticare. Noi di culturaacolori.it abbiamo istituito l’hashtag #pernondimenticarecapaci sui vari social.

Intanto le manifestazioni per ricordare Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e gli agenti di scorta uccisi, sono davvero tante anche al di là del web.

La programmazione entrerà nel vivo con l’arrivo di migliaia di studenti provenienti da tutta Italia con la Nave della legalità, le celebrazioni in Aula Bunker, i cortei e il minuto di silenzio all’albero Falcone in via Notarbartolo. 

 il 23 maggio attraccherà al porto di Palermo la Nave della legalità che trasporta circa 70mila studenti da tutta Italia, con loro arriveranno a Palermo alcune delle più alte cariche dello Stato tra cui il Presidente del Senato, Pietro Grasso, la Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, il Procuratore nazionale antimafia, Franco Roberti. Alle ore 9.00 avrà luogo, presso l’Aula Bunker, un convegno con la presenza prevista, tra gli altri, del Presidente della Repubblica, del Presidente del Senato, dei Ministri dell’Istruzione e dell’Interno. Contemporaneamente, saranno allestiti i “Villaggi della Legalità” all’esterno dell’Aula Bunker e a Piazza Magione. Contemporaneamente al Castello a mare verrà ricordato il sacrificio del Giudice Francesca Morvillo, uccisa nell’agguato del 1992 insieme al marito Giovanni Falcone. Alla cerimonia prenderanno parte tra gli altri il Procuratore Alfredo Morvillo e l’Assessore dei Beni Culturali Carlo Vermiglio. Alla professoressa Paola Maggio dell’Università di Palermo è affidato il compito di delineare il profilo di Francesca Morvillo come donna e come magistrato.
Nel pomeriggio, partiranno due cortei che si congiungeranno presso l’Albero Falcone. Il primo corteo partirà alle 15.45 da via D’Amelio e seguirà il seguente percorso: via D’Amelio, via Autonomia Siciliana, via G.Alessi, via Marchese di Villabianca, via Rutelli, via De Amicis, via Ugdulena, via Libertà, via Francesco Paolo Di Blasi, via Vittorio Alfieri, via Luigi Pirandello, via Pipitone Federico, via Leopardi, via Notarbartolo e arrivo presso l’Albero Falcone. Prevista la chiusura al transito veicolare al momento del passaggio del corteo nelle vie sopra indicate dalle 15.30 e sino a cessate esigenze. Il secondo corteo partirà alle 16.30 dall’Aula Bunker del Carcere Ucciardone e seguirà il percorso: Aula Bunker, via Remo Sandron, via Duca della Verdura, via Notarbartolo, Albero Falcone. Alle 17.58, ora della strage, verrà osservato un minuto di silenzio. Ancora, divieto di sosta con rimozione coatta dalle 7 del 22 maggio alle 24 del 23 maggio, in piazza Magione, via Carlo Rao, via Gaetano Filangieri, via Carlo Botta, via Magione, via C.Pardi, via F.Evola, piazza Due Palme e via Torre di Gotto. Alle ore 19.00, presso la Chiesa di San Domenico, verrà celebrata una Santa Messa in memoria delle vittime.
A partire dalle 20:30 Rai 1 trasmetterà in diretta da via D’Amelio “Falcone e Borsellino” un programma “a metà fra la narrazione, la scrittura teatrale e il racconto di cronaca in una forma quasi documentaristica” condotto da Fabio Fazio e Roberto Saviano.
Nell’ambito delle celebrazioni previste in occasione del 25esimo Anniversario della strage di Capaci, la Polizia di Stato ha organizzato un evento, presso la sede della Questura, in piazza Vittoria, la sera di domani a partire dalle ore 20.30. L’evento vivrà il suo momento più intenso con la proiezione di un filmato in ricordo dei caduti della Polizia di Stato, che verrà proiettato sul prospetto del palazzo della Questura, accompagnato dall’esecuzione del “Silenzio” d’ordinanza da parte di un trombettiere della Polizia di Stato. Nel corso della manifestazione verrà offerto un contributo artistico da parte della “sand artist” Stefania Bruno e saranno eseguiti alcuni brani musicali a cura di un’ orchestra di fiati del Conservatorio “Vincenzo Bellini” di Palermo e della cantanate Jazz Simona Trentacoste. All’evento saranno presenti il Capo della Polizia, Franco Gabrielli e le massime autorità cittadine, nonché i familiari dei poliziotti tragicamente scomparsi nelle stragi di mafia.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori