La pandemia ha provocato la chiusura – momentanea o defintiva – di tante serrande lungo tutto lo stivale, ma per fortuna non è riuscita a stoppare lo spirito imprenditoriale. Così a Bellagio, perla del lago di Como, in controtendenza rispetto a ciò che sta accadendo, nasce il nuovo ristorante “La Torre del Gusto”, un progetto lanciato da tre soci: lo chef Massimo Marturini, la sous e pastry – chef  Yakelin Rojas OsorioAndrea Scala, direttore di sala. Il loro ottimismo e la voglia di tornare alla normalità hanno prevalso sulle difficoltà di questo periodo.


“La Torre del Gusto” prirà i battenti i concomitanza all’arrivo della nuova stagione con l’obiettivo di deliziare i palati dei clienti che – da ogni parte del mondo – visiteranno Bellagio ed il lago di Como. La struttura si trova nella piazza del centro storico di Bellagio, adiacente all’antica torre medievale da cui è nato il nome del ristorante (la precedente gestione era denominata “La Torre del Borgo” n.d.r). 

Questa nuova realtà gastronomica avrà uno spirito giovanile, aperto ai gusti ed alle tendenze degli ospiti internazionali, ma avrà anche il compito di preservare la tradizione della cucina italiana: “I piatti da noi ideati – spiega Massimo Marturini, chef e socio della Torre del Gusto, originario di Lodi e con una esperienza trentennale nelle cucine di vari paesi del mondo – puntano sulla qualità delle materie prime. Il menù sarà ricco e spazierà dai piatti a base di carni, a quelli a base di pesce di mare e, ovviamente, del nostro lago. Le nostre paste fresche saranno prodotte a mano quotidianamente. Punteremo tanto sui prodotti locali, soprattutto nel nostro tagliere, dove saranno presenti i formaggi e salumi nostrani”.

La Pastry – Chef e socia Yakelin Rojas Osorio, originaria di Cuba e con una lunga esperienza nel mondo della ristorazione, della pasticceria e delle decorazioni fantasiose, avrà il compito di coordinare le operazioni di cucina e di preparare al meglio il piatto che si presenterà agli occhi prima ed al palato poi del cliente: “L’attenzione per le decorazioni dei piatti andrà di pari passo con la qualità dei prodotti offerti – spiega Yakelin Rojas Osorio -. Per i dolci utilizzeremo ingredienti freschi ed esclusivamente lavorati in casa, in modo da rendere l’esperienza post-pranzo/cena unica. Oltre ai dolci classici ci saranno tanti special che varieranno ogni giorno, ai quali saranno abbinati vini da dessert minuziosamente selezionati per esaltare tutti i sapori”.

L’accoglienza dei clienti e la gestione della sala sarà affidata ad Andrea Scala, socio della Torre del Gusto e creatore del marchio “Andrea Scala Caffè”, che sarà parte integrante dell’offerta della nuova realtà ristorativa: “La passione per il caffè sarà al centro del progetto de La Torre del Gusto. Tosteremo il caffè in casa mediante una tostatrice, con l’obiettivo di creare una mini-torrefazione e puntare ad ottenere un caffè di alta qualità. Al ricco menù saranno affiancati tanti altri prodotti esclusivi come la nostra imponente selezione di vini locali, tanto amati dai turisti stranieri e sempre apprezzati da quelli italiani. Ma saranno proposti anche altri prodotti esotici ed internazionali per soddisfare tutti i gusti, come ad esempio il Chai e diverse miscele di ginseng e tè”. 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori