Le mongolfiere internazionali di Fragneto Monforte

Dal 1986 è teatro del Raduno Internazionale delle Mongolfiere, il più importante del Sud Italia: grazie alla partecipazione di mongolfieristi di tutta Europa, il raduno di Fragneto Monforte è ormai un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati dei “palloni volanti”.

Ma anche un’occasione impareggiabile per esportare la storia, la cultura, le tradizioni e le bellezze del territorio, facendo di Fragneto un centro propulsore per la valorizzazione della cultura sannita.

Nella sua prima edizione il raduno consisteva in un evento sportivo con la partecipazione di soli sei equipaggi. Oggi gli equipaggi sono venticinque, e la manifestazione si è arricchita di convegni che spaziano dall’imprenditoria allo sviluppo occupazionale, dallo sport allo spettacolo all’evoluzione sociale, restando in qualche modo sempre legati al territorio.

Mostre di artigianato locale, esposizione e vendita di prodotti tipici, saltimbanchi, burattinai, sfilate in costume, associazioni di clownerie e i gruppi storici degli Sbandieratori, i Pistonieri e la Giostra della Quintana, arricchiscono quello che è ormai un evento di rilievo internazionale. A Fragneto Monforte, inoltre, vive ancora l’antica tradizione del “ballo della taccarata”, di origine ottocentesca: il nome del ballo deriva da “taccare”, termine con cui nell’antichità si definivano le bacchette di ulivo stagionato, con le quali si creava un suggestivo ritmo musicale. Tipici sono anche i costumi con i quali si balla la taccarata: tanti merletti multicolori che richiamano lo stile e la cultura albanese.

Non mancano, fra gli oltre 50mila visitatori, numerosi temerari che si cimentano a sperimentare il volo aerostatico. Chi non se la sente, però, non rimane certo a bocca asciutta: l’emozionante spettacolo delle esibizioni acrobatiche di aerei e paracadutisti, rappresenta senza dubbio una valida alternativa.

Del resto, anche le passeggiate nell’antico borgo non sono certo esperienze di viaggio trascurabili: l’abitato di Fragneto Monforte, per la sua felice posizione e per la presenza del vicino Tratturo, l’antica “via per le Puglie”, ha ricoperto da sempre un importante ruolo strategico per le popolazioni che via via si sono insediate nel Sannio: dell’importanza di tale posizione restano a testimonianza le tracce di occupazione, ancora visibili, lasciate nel corso dei secoli da Sanniti e Romani prima, poi da Goti, Bizantini e Saraceni, ed ancora da Longobardi e Normanni.

Fra le prelibatezze da gustare, spicca senz’altro fra tutte, l’olio extravergine di oliva: dal color oro giallo intenso, sentore fruttato e gusto intenso, l’olio EVO di Fragneto Monforte figura di diritto tra le eccellenze gastronomiche del Sannio Beneventano. Frutto di piante esclusivamente autoctone di varietà Ortice, si contraddistingue per la raccolta ancora rigorosamente a mano e la spremitura a freddo, nell’assoluto rispetto di antiche tradizioni tramandate nei secoli.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori