Legittima difesa, via libera del Senato

Il testo è passato con 195 voti favorevoli, 52 contrari e un astenuto. Ora va all’esame della Camera.

L’Aula del Senato ha approvato la nuova legge sulla legittima difesa. Il provvedimento, fortemente voluto dalla Lega, passa ora all’esame della Camera. Il testo è passato con 195 favorevoli, 52 contrari e un astenuto. Hanno votato a favore, oltre a M5s e Lega, anche Forza Italia e FdI. Hanno invece votato contro la riforma Pd e Leu.

Uno dei punti chiave della legge è l’articolo 1 che modifica l’articolo 52 del codice penale e introduce la parola “sempre”. Quindi la legittima difesa, di fatto, è sempre presunta, ovvero si riconosce sempre – nei casi dettati dalla legge – la proporzione tra offesa e difesa. «Chi compie un atto per respingere l’intrusione posta in essere», recita la legge «agisce sempre in stato di legittima difesa». A venire drasticamente circoscritto è poi anche l’eccesso colposo.

L’articolo 2, approvato a larghissima maggioranza con 245 sì (anche Pd oltre a Fdi e Fi), esclude nelle varie ipotesi di legittima difesa domiciliare, la punibilità di chi, «trovandosi in condizioni di minorata difesa o in stato di grave turbamento, derivante dalla situazione di pericolo, commette il fatto per la salvaguardia della propria o altrui incolumità».

Un ennesimo successo politico che il leader leghista Matteo Salvini si annette su Twitter, esultando subito dopo il voto favorevole del primo articolo della legge. «La difesa è sempre legittima! Dalle parole ai fatti», cinguetta il vicepremier e ministro dell’Interno.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori