Maltempo, scuole chiuse in tante città

Allerta rossa su Calabria, Basilicata e Sicilia; arancione in Puglia; gialla per Emilia Romagna, Lazio, Umbria, Friuli Venezia Giulia, Marche, Campania, Lombardia, Veneto, Toscana e Sardegna. 

Al Sud sono attese forti mareggiate, Neve al nord oltre gli 800 metri e acqua alta a Venezia, dove l’alta marea ha già raggiunto alle ore 8 il livello di un metro sopra il medio mare, L’amministrazione comunale ha così deciso la chiusura di nidi e scuole d’infanzia.

Il ciclone che sta attraversando il Mediterraneo tra la Sardegna meridionale e le coste nordafricane sta infatti portando non solo intense piogge su gran parte del Nord, con nevicate sopra i 1500 metri, e temporali sull’area tirrenica del Centro; ma soprattutto l’ondata di maltempo che imperversa sull’area meridionale della Sicilia con forti rovesci e temporali in fase di ulteriore intensificazione, e con piogge battenti anche su Calabria, Basilicata e Puglia.

Già da ieri pomeriggio le Eolie sono isolate per il forte vento di scirocco. Aliscafi e traghetti sono fermi.

Nella notte una tromba d’aria ha colpito il Metapontino, la zona jonica lucana, in provincia di Matera: sono una cinquantina gli interventi dei vigili del fuoco che si sono resi necessari a causa della caduta di alberi e pali della pubblica illuminazione. Inoltre, il maltempo, che già lunedì aveva portato alla chiusura delle scuole disposta dai sindaci in diversi Comuni, tra i quali Matera, ha provocato danni ad alcuni tetti.

A Napoli a causa del maltempo restano chiusi parchi, cimiteri e scuole. In particolar modo l’attenzione è puntata sui forti venti che dovrebbero colpire la città partenopea. Proprio in questa ottica l’amministrazione comunale raccomanda di prestare attenzione per l’eventuale caduta di rami, alberi, pali, segnaletica o impalcature.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori