Manovra, Conte a Bruxelles, iniziato l’incontro con Juncker

Il premier e il ministro dell’Economia Tria a cena con il presidente della commissione europea chiederanno tempi lunghi per l’avvio della procedura di infrazione dopo la bocciatura della legge di bilancio.

“Non litighiamo, we are friends”: così il premier Giuseppe Conte ai giornalisti che fotografavano la stretta di mano con Juncker al suo ingresso al palazzo Berlaymont della Commissione Ue, per la cena di lavoro di questa sera sulla manovra economica, bocciata da Bruxelles.

Conte non ha risposto alla domanda se l’Italia sia pronta a concedere qualcosa alla Ue sulla manovra: “Confidential”, ha detto. Si tratta del primo confronto dopo la seconda bocciatura della manovra, e potrebbe essere l’ultimo prima dell’avvio della procedura d’infrazione per debito eccessivo.

Presenti all’incontro anche il ministro dell’Economia Giovani Tria,  il vicepresidente della Commissione con delega all’Euro e alla Stabilità finanziaria, Valdis Dombrovskis, e il commissario agli Affari economici, Pierre Moscovici.

Conte e Tria presenteranno un dossier sulla manovra finanziaria e dovrebbero chiedere tempi, i più lunghi possibili, per l’avvio della procedura di infrazione per debito eccessivo a cui l’Italia va incontro nei prossimi mesi, perché la legge di Bilancio viola in modo “particolarmente grave” le raccomandazioni europee sulla riduzione del disavanzo strutturale.

In cambio il premier, sul tavolo del 13/o piano del Palais Berlaymont, porta un’apertura a “rimodulazioni” alla manovra, sulla base anche delle relazioni tecniche sul suo impatto economico.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori