Manovra, gli effetti del negoziato con Bruxelles

Dopo il lungo negoziato con la Commissione europea, e la revisione al ribasso del rapporto fra il deficit e il Prodotto interno lordo (Pil), che scende dal 2,4 al 2,04%, ci saranno modifiche al disegno di legge di Bilancio.

Le due variazioni principali riguardano le due misure bandiera, il reddito di cittadinanza e le pensioni, con un taglio complessivo delle risorse per circa 4 miliardi. Sul reddito di cittadinanza si tratterà di modificare la curvatura del sussidio, che varia a seconda della composizione del nucleo familiare. Per «Quota 100» saranno introdotti dei correttivi per rallentare il momento in cui la pensione viene effettivamente pagata e per scoraggiare alcuni aspiranti prepensionati.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori