Messina, 5 ultras di bari ai domiciliari per scontri di tifoseria

5 ultras baresi agli arresti domiciliari, l’esecuzione della condanna sta avvenendo grazie alla Digos di Messina.

Per gli scontri svoltisi con altri tifosi messinesi nella città dello Stretto il 21 ottobre e il 4 novembre, il questore Mario Finocchiaro aveva già emesso 18 Daspo.

Nel primo dei due episodi un piccolo gruppo di tifosi del Messina, appena sbarcato, provenienti da una trasferta a Torre del Greco, è stato aggredito dai tifosi baresi, in attesa di imbarcarsi alla volta di Villa San Giovanni. Le due tifoserie hanno lanciato fumogeni e bombe carta. Al termine dell’indagine della Digos di Messina ha denunciato 10 ultras baresi.

Nel secondo episodio sempre i tifosi del Bari di rientro da Acireale in attesa di imbarcarsi verso la Calabria hanno cercato di aggredire degli automobilisti. All’intervento dei poliziotti hanno lanciato fumogeni e bombe carta ferendo tre agenti. Sono stati identificati e denunciati altri 7 tifosi.

Ai domiciliari oggi sono finiti Roberto Conese, barese, Cristiano Ladisi, barese, Nicola Sibillani, Vitangelo Spizzico. Marco Atzori è stato portato in carcere perché durante la perquisizione è stato trovato con un chilo di hashish, una pistola giocattolo, munizioni da guerra. Sono accusati di interruzione di servizio di pubblica utilità, danneggiamento aggravato, lancio e possesso di oggetti pericolosi, lesioni.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori